<<  Febbraio 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
2728     
Processo ThyssenKrupp PDF Stampa E-mail
Venerdì 17 Dicembre 2010 14:47

Le richieste di pene e sanzioni formulate dalla Procura della Repubblica di Torino nei confronti degli imputati e dell'azienda dovrebbero francamente destare maggiore preoccupazione sul fututo dello stabilimento ternano della ThyssenKrupp. Oltre all'enormità dell'entità degli anni di reclusione ipotizzati a danno delle persone coinvolte per effetto della configurazione dell'eventuale reato come omicidio doloso, novità assoluta in materia e probabilmente frutto dell'onda emozionale che rischia di eliminare ogni garanzia costituzionale, a far riflettere sono le pene accessorie richieste per l'azienda, di carattere prettamente economico mai decisive per un soggetto che opera nel mercato.

Leggi tutto...
 
Sull'Ast ognuno faccia il proprio mestiere nell'interesse generale PDF Stampa E-mail
Lunedì 13 Settembre 2010 15:06
Apprendo con preoccupazione che i partiti della sinistra radicale,sostituendosi al sindacato o fiancheggiando le sue ali più estreme, stanno avviando una campagna di contrapposizione con la dirigenza dell'Ast sul futuro del sito siderurgico ternano. Nella piena consapevolezza di come la questione prioritaria in questa vicenda sia la tenuta dei livelli occupazionali unitamente al rilancio dell'azienda, è tuttavia opportuno che ognuno faccia il proprio mestiere. Le istituzioni facciano le istituzioni, i partiti facciano i partiti e,soprattutto, i sindacati facciano i sindacati. Non serve a nessuno alimentare un clima di contrapposizione con la proprietà delle acciaierie ed invocare tavoli di confronto, o peggio di scontro, che già in passato non hanno risolto mezzo problema. Si prenda atto che l'azienda intende ancora puntare suTerni nonostante un triennio di perdite a fronte di investimenti massicci e si pensi a come rendere appettibile la presenza su questo territorio di questa e delle altre multinazionali che vi operano. Altrimenti, come è già successo in passato, ci si fermerà agli slogan e alle inutili polemiche che non solo non salveranno neanche un posto di lavoro ma daranno modo di pensare che dalle nostre parti non si può continuare a fare impresa. In definitiva, il problema è la ricerca di una nuova idea condivisa di competitività industriale e non certo quello di rinnovare una lotta di classe tra padroni e operai che ha già fatto abbastanza guai nel mondo ed anche in Italia.

Terni,11/09/2010 Federico Salvati, cons. com Pdl
 
Giochi per i bambini alla Passeggiata PDF Stampa E-mail
Mercoledì 14 Luglio 2010 17:09
Spiace dover osservare che, a fronte di tanti sprechi e di risorse spesso impiegate per finalità di scarso interesse, il Comune di Terni non trovi ancora il modo di ripristinare i giochi ( gratuiti) per i bambini ai giardini pubblici " Passeggiata". Nonostante molti annunci ed altrettante promesse, è giunta la metà di luglio ma dei giochi non c'è traccia. Sponsor o non sponsor, la politica deve tornare ad occuparsi delle cose concrete, fornendo risposte tempestive alle giuste richieste della cittadinanza. Quale che sia il motivo di questo ritardo, è ora di agire e porre rimedio ad una grave criticità, soprattutto in un periodo come questo di grande affollamento al parco. Se l'amministrazione c'è, batta un colpo ma lo faccia subito.

Terni, li 13/07/2010 Federico Salvati, cons.com Pdl
 
Aziende pubbliche locali: servono amministratori al di sopra di ogni sospetto PDF Stampa E-mail
Venerdì 18 Giugno 2010 10:03

In merito al rinnovo dei consigli di amministrazione delle aziende pubbliche Asm e Asfm, l'auspicio è che si vada oltre le formule accademiche e i criteri astratti, puntando decisamente sui curricula. La scelta dei nuovi amministratori, in estrema sintesi, non dovrà essere il risultato di una operazione da equilibristi di palazzo, con il solo obiettivo di trovare la pace interna al Pd  e di accontentare gli attuali orfani di poltrone. Per ottenere il  rispetto dei cittadini, la politica deve puntare su personaggi di assoluto spessore  e di specchiata moralità, sia personale che professionale. Chi dovrà rimettere in ordine i conti di aziende i cui bilanci finiscono con il ricadere sulle spalle dei cittadini deve dimostrare di avere le carte in regola per farlo, a cominciare dal proprio stile di vita. Questo per evitare di essere costretti, un domani magari non troppo lontano, ad  arROSSIre ancora... E per quanto riguarda l'azienda farmaceutica, non posso che continuare a stupirmi di come nel centrosinistra si ignorino sistematicamente quegli esponenti del proprio schieramento che i conti hanno già dimostrato di saperli far quadrare. Anche questo è un mistero che qualcuno dovrà spiegare,prima o poi.

Terni,li 16/06/2010 Federico Salvati,cons.com PDL